Esami

Impiego di Mezzi di Contrasto

Consente un approfondimento diagnostico in diversi ambiti. Oltre all’impiego per via endovescicale per lo studio del reflusso vescico-ureterale, di cui si è già detto (Urosonografia), la somministrazione per via endovenosa, ormai codificata in letteratura ed impiegata da diversi anni, permette di caratterizzare aspetti diagnostici non chiaramente definiti all’ecografia di base, ma talora anche all’esame con TC. Si tratta per lo più di formazioni espansive di organi addominali o superficiali ( cisti complesse, tumori solidi) di cui è dubbia la natura, benigna o maligna. Il mezzo di contrasto ecografico, costituito da micro-bolle di gas (all’incirca delle dimensioni di un globulo rosso) distribuendosi attraverso il sangue in tutto il sistema vascolare permette di dimostrare la presenza, la quantità e la tipologia della vascolarizzazione intra-tumorale e, quindi, un orientamento diagnostico verso la benignità o meno della formazione studiata.

Prenotazioni online

Apparecchiature in dotazione dello studio

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

x